Vita marina delle Filippine

Biologi marini Filippini visti come 'prossimi agenti di cambiamento'

 

Manila, Filippine - Terry Hughes, biologo marino dell'Australia soprattutto sugli ecosistemi corallini, ha detto che gli studenti di biologia marina nelle Filippine, potrebbero essere i prossimi agenti di cambiamento per invertire le minacce affrontate da barriere coralline, i cui effetti si ripercuotono sulla vita della Terra .

"Le Filippine hanno una biodiversità marina molto ricca che è intrinsecamente legata a tutti gli altri ecosistemi marini del Pacifico ed altrove. Si trovano ad affrontare gravi minacce in questo momento e gli studenti filippini di biologia marina hanno il loro bel da fare per loro, anche prima che si avventurino fuori della scuola ", ha detto Hughes.

"Dal ricco scambio tra scienziati australiani e biologi marini filippini negli ultimi tre decenni, credo che la vostra giovinezza è quello che serve per invertire le tendenze attuali e contribuire notevolmente ad una migliore comprensione degli ecosistemi corallini e il loro impatto, non solo sulla vita marina, ma sulla vita e il sostentamento del popolo filippino e di altri popoli. "

Hughes ha identificato il cambiamento climatico, la pesca eccessiva e lo scorre della terra in mare, come le tre principali minacce per l'esistenza delle barriere coralline di tutto il mondo. Ha detto che la protezione delle barriere coralline è indispensabile non solo per ragioni di conservazione ambientale in sé, ma perché incide direttamente sulla vita e il sostentamento
  di milioni di persone che dipendono da coralli e dalle risorse marine (pesca e turismo).

L'ambasciatore australiano Bill Tweddell ha detto che la priorità del programma scientifico
del governo filippino è a sostegno ad aumentare l'apprezzamento per l'educazione scientifica e di ricercare un percorso di sviluppo sostenibile.

La visita di  Hughes è iniziata con la presentazione scientifica del Coral Triangle Initiative (CTI) Forum, in cui ha presentato la sua ultima ricerca, così come lo stato degli ecosistemi corallini del mondo, compresi gli impatti del cambiamento climatico. La CTI è un "società" multilaterale tra i sei governi di salvaguardia delle risorse biologiche marine e costiere della regione.

Il tema della Giornata Mondiale dell'Oceano è "I Giovani: La Prossima Onda del Cambiamento.

"Non vedo l'ora di una maggiore cooperazione tra gli scienziati e i ricercatori australiani e filippini, soprattutto perché condividiamo un sacco di preoccupazioni sul fronte delle barriere coralline e, soprattutto, la prossima generazione di scienziati filippini promettono tanto," ha detto Hughes.

 

http://www.philstar.com/Article.aspx?articleId=827694&publicationSubCategoryId=473

 

Scrivi commento

Commenti: 0